WIFI HOTEL

NEWS



30-11-2015 - Utenti iOs versus Android: ecco cosa emerge dalle loro ricerche di hotel su smartphone

Si fa sempre più stretto il legame tra smartphone e ricerca di hotel, tanto da poter stilare una classifica di quali possano essere le diverse preferenze nella scelta impostate dagli utenti possessori di sistemi operativi iOs e Android. Al di là delle curiosità che emergono, variabili dalla categoria della struttura alla reputazione che di essa circola online, l’informazione più interessante è data dal filtro che entrambe le categorie di end user adottano per affinare la ricerca dell’hotel ideale: la connessione Wi-Fi. Nessuno più è disposto a rinunciarci e la risposta è insita nell’uso che quotidianamente tutti facciamo dei dispositivi mobìle. La conferma qui.


20-11-2015 - ZyXEL e il Museo Egizio di Torino l'innovazione tra la storia

Il Museo Egizio di Torino ha scelto ZyXEL per creare un’adeguata infrastruttura wireless a sostegno del progetto di ammodernamento. Il WiFi permetterà di supportare l’innovativo progetto di accessibilità al museo sfruttando le potenzialità dei Google Glass, e di sviluppare App per consentire ai visitatori di scaricare sui propri apparati mobile informazioni e contenuti multimediali sulle opere esposte. Sulla stessa infrastruttura è necessario avere almeno due reti virtuali separate (VLAN), una dedicata ai visitatori, l’altra ai dipendenti del Museo. Il Museo Egizio di Torino potrà fornire ai propri visitatori connettività WiFi efficiente, sicura e veloce. Maggiori informazioni qui


15-11-2015 - Mercato diviso sull’abolizione della Parity Rate

Il Parlamento si è così espresso sulla norma che elimina la Parity Rate: “…vige la nullità delle clausole contrattuali che vietano alle imprese ricettive di offrire prezzi e condizioni migliori rispetto a quelli praticati da piattaforme di distribuzione online.” Questo comporta per gli hotel il diritto di determinare liberamente le condizioni di offerta dei propri servizi nei confronti del consumatore finale. I pareri generali risultano però piuttosto discordanti perché, se da una parte è vero che sui pacchetti che vendono le OTA queste ultime hanno il diritto di deciderne le sorti in tutto e per tutto, va anche ammesso che molti hotel, in assenza della visibilità garantita da operatori come Booking.com ed Expedia avrebbero potuto soffrire della crisi di mercato del settore. A voi l’ultima considerazione in merito e nel frattempo, se volete approfondire, cliccate qui


30-10-2015 - Come individuare le tendenze per la ricerca delle destinazioni online

La curiosità ci attanaglia quando ci chiediamo quali possano essere le preferenze degli utenti in termini di ricerca di mete turistiche online. Esistono sistemi che permettono di individuare le chiavi di ricerca più utilizzate, come ad esempio “Ubersuggest”, sito strategico perché oltre ad evidenziare le keyword digitate dagli utenti su Google, svela anche i termini che vi sono associati. Perché non approfittarne? Qui per maggiori info


15-10-2015 - Passa per l’engagement la strada per il successo di un hotel

Adottare il linguaggio social dei propri ospiti paga e utilizzarlo per diffondere i contenuti online può contribuire ad aumentarne le condivisioni. Realizzare uno storytelling sulla propria struttura significa pubblicare degli scatti che raccontino un percorso, popolato da persone/clienti funzionali ad animare gli episodi ritratti all’interno dell’hotel. Il tutto per creare una connessione emozionale con chi vi segue. L’importante è mantenere quel sapore di autenticità tipica di chi si trova in viaggio, per rendere partecipi quelli che guardano l’immagine di ciò che sta vivendo l’utente ritratto (anche solo di spalle). Se la prospettiva risulterà insolita, alternativa e originale, curiosità e fascino faranno il resto. Far sentire i clienti protagonisti può essere la chiave del successo… qui maggiori info


10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22 

Immagine scheda