WIFI HOTEL

NEWS



31-07-2015 - Anche Google si butta nell’Instant Booking con Hotel Finder

Abbiamo la conferma che Google non vada in vacanza e che questo tema, però, le sia piuttosto caro. Soprattutto ultimamente, dopo aver diffuso la notizia sul prossimo rilascio della nuova interfaccia. In quest’ultima versione è stato dato particolare risalto ad alcune categorie come la posizione sulla mappa, i giudizi degli utenti e il punteggio delle recensioni e il prezzo e i pulsanti per la prenotazione. La versione aggiornata è molto più snella, usabile e strutturata al fine di incentivare le prenotazioni, anche se non è ancora del tutto chiaro il metodo tramite il quale Google stabilisca il ranking delle strutture. Per approfondire l’argomento comunque si può cliccare QUI 


13-07-2015 - Il ricordo di una vacanza dipende anche dall’hotel

Per dare scientificità a quella che era solo un’impressione, Lastminute.com ha chiesto agli esperti di Mindlab di definire in termini percentuali quali fattori influiscano sulla permanenza dei ricordi nella memoria delle persone che effettuano una vacanza. Escludendo quelli su cui una struttura ricettiva non ha alcun potere – quindi la compagnia, il tempo a disposizione e il meteo – l’albergatore ha la possibilità di creare un mix perfetto di tutte le altre variabili che condizionano una permanenza in hotel nel bene o nel male: la location, le attività, gli elementi unici e distintivi, le associazioni visive, i sapori e i gusti. In pratica, agli albergatori, può spettare il 45% degli ingredienti che possono rendere memorabile una vacanza ai propri ospiti. Meglio rimboccarsi le maniche allora, tutti i dettagli li trovate QUI 


06-07-2015 - Cosa c’è dietro la scelta di una prenotazione online di un hotel

È piuttosto complesso riuscire a risalire a tutte le motivazioni che spingono un utente ad effettuare online la prenotazione di un determinato hotel. Certo è che un’adeguata strategia di vendita è potenzialmente in grado di influenzarne la decisione. Ad esempio proponendo un prezzo visibilmente scontato (tariffa contestuale) o guidando l’utente alla soluzione più conveniente (in cui il WiFi compare sempre) perchè comparata ad una con minori servizi e meno cara e ad un’altra dalla tariffa più alta, indicandogli così il degno compromesso (grazie al “prezzo esca”) a cui difficilmente si può sottrarre. Molto utile è anche la “riprova sociale” in base alla quale, riportando alcune recensioni rilasciate sul sito dell’hotel, si potrebbe convincere i potenziali ospiti a prenotare o far leva sul (“Fear Of Missing Out”), suscitando in loro la sensazione di perdere un affare segnalando come disponibili solo più pochi pacchetti per il soggiorno. Questo e altro ancora QUI.


19-06-2015 - Mobile, che passione

La percezione la si aveva già, ma a confermare l’andamento del trend italiano ad affidarsi maggiormente ai device mobile per la connettività ora è confermato anche da una ricerca condotta dall’Osservatorio Mobile Economy del Politecnico di Milano. Pare infatti che nel 2014 si siano raggiunti i 17 milioni di utenti mobile giornalieri da smartphone e tablet mentre quelli da PC si siano attestati sui 13 milioni. Ancora più significativo pensare che  si sia registrato un aumento del 55% del mobile commerce nel 2014 e del 500% dei mobile payment. Dato da tenere sotto controllo soprattutto per il turismo se si pensa che già nel 2013, secondo comScore,  circa il 18% degli utenti acquistava viaggi da smartphone in Italia. QUI per scoprirne di più. 


05-06-2015 - D’estate gli ospiti si fanno sempre più social

Durante il periodo estivo gli ospiti delle strutture ricettive sono decisamente più attivi sui Social Network rispetto al resto dell’anno. Si collegano soprattutto da smartphone (il 70%) con una buona probabilità che, postando varie foto, utilizzino anche immagini dell’hotel in cui stanno soggiornando, commentandone i servizi. Concentrare allora il social media marketing sulle attività che si possono svolgere all’interno di una struttura può risultare strategico non solo per la scelta di una destinazione da parte del cliente ma anche per i risvolti che questa può assumere a posteriori. Qui le info di approfondimento 


10  11  12  13  14  15  16  17 

Immagine scheda